La stagione delle eclissi: cosa vuoi che gli altri non vedano?

La stagione delle eclissi:

cosa vuoi che gli altri non vedano?

di Maria Amata Di Lorenzo

 

Questo mese di luglio 2019 è un po’ particolare. Infatti, ci sono ben due eclissi. La prima, di sole, accadrà domani, 2 luglio, alle ore 19,24. La seconda, di luna, ad appena due settimane di distanza, avverrà nella notte del 16 luglio 2019. Che cosa stanno a significare?

Io sono una studiosa di simboli e di archetipi, secondo gli insegnamenti del grande Carl Gustav Jung, teorico dell’inconscio collettivo e della psicologia del profondo. So che le eclissi sono eventi astrali molto importanti. Il loro impatto è deciso e di lunga durata. Ma non sono presagi di sventura, come si usava pensare nell’antichità.

Le eclissi sono eventi potenti ed altamente evolutivi. Dobbiamo ricordare che tutto è ed agisce secondo il perfetto ordine divino. Non colleghiamo perciò alle stelle ed al movimento dei pianeti nulla di superstizioso, di pauroso. Nell’universo tutto obbedisce a Dio che è il Principio di tutto, ed è Amore Assoluto.

Quello che vivremo in questi giorni sarà per noi un momento di grande svolta.

Le eclissi sono eventi potenti ed altamente evolutivi, che accelerano o rendono evidente un cambiamento che si prospetta necessario per le nostre vite. Possono essere momenti traumatici ma anche costituire una straordinaria opportunità.

Se la nostra volontà è allineata con la nostra mission, va tutto bene. Altrimenti ci sarà qualche “scossone”. Benefico, però. Ci viene a ricordare, infatti, che la nostra mente deve essere sempre in armonia con il nostro cuore, deve esserlo in ogni istante della nostra vita (la disarmonia parla a noi con il linguaggio dell’inquietudine, della tristezza, della malattia).

Quali storie ti stai raccontando da tanto tempo?

Quali maschere stai indossando ormai da lunghi anni per abitudine o quieto vivere?

Cosa vuoi che gli altri non vedano?

Chi c’è veramente dietro quell’uomo, quella donna che corrisponde al tuo nome e cognome? A quel volto che ti appare riflesso nello specchio del bagno la mattina appena ti svegli?

Adesso è il tempo di fare silenzio e luce dentro di te. Tempo di aprire il cuore. Di ascoltare la tua voce interiore. Che cosa ti vuole dire?

La verità fa capolino dentro di te ed illumina le zone d’ombra. Qualcosa deve morire perché qualcosa possa nascere.

È un momento di grande svolta.

Le due eclissi di questo luglio 2019 porteranno a termine tutto quello che noi abbiamo compiuto dal 2007 fino ad oggi ed imposteranno il nostro percorso emotivo da qui fino al 2029.

Molto importante, non è vero?

Certo che lo è. Un’eclissi solare è la Luna che viene davanti al Sole.

Quella che avrà luogo domani è un tuffo nella profondità dell’inconscio e ha dentro di sé una forte spinta propulsiva, che ci sospinge in avanti, mentre la seconda del 16 luglio cercherà di rimandarci indietro.

Questa eclissi di domani coincide anche con il novilunio, che è apertura al nuovo, rinnovamento per antonomasia. Ogni luna nuova, infatti, all’inizio del mese apre un ciclo di vita potenzialmente nuovo, in cui dar vita a progetti ed iniziare cose inedite.

Ma domani c’è, oltre al novilunio, anche l’eclissi di sole, la prima della stagione delle eclissi.

Che cosa vuol dire?

Vuol dire innanzitutto che ci sentiremo chiamati a crescere, a rinunciare al vittimismo.
Siamo invitati a diventare grandi e ad assumerci le nostre responsabilità, a smettere i panni delle vittime e ad affermare il nostro potere personale.

Ci sentiremo spronati a riflettere, a stare in silenzio, a meditare, a scrivere i nostri pensieri su un quaderno, ad immergerci e a rigenerarci nella natura.

Dobbiamo connetterci con la nostra anima, è lì che troveremo le risposte. Non tra la gente, non nei rumori che ci assediano ogni giorno, ma nel silenzio, nella solitudine che ristora.

Ci sentiremo fortemente interpellati ad introdurre degli elementi di cambiamento, di rottura, nella nostra vita.

Vuol dire che solleciterà quei propositi di rinnovamento e di cambiamento a cui noi stiamo pensando già da tempo e che sappiamo essere necessari. Questi daranno la direzione a quello che succederà nelle nostre vite a cominciare dei prossimi mesi.

Dunque, cari amici e lettori, attendiamo con fiducia l’eclissi solare di domani. Non importa se riusciremo o meno a vederla in Italia o in altre parti del mondo, è quello che avviene a livello interiore che conta.

Pianeti ed astri, infatti, non sono mai in se stessi causa di eventi – fausti o infausti – della nostra vita, ricordiamocelo bene, non dobbiamo essere superstiziosi. Dobbiamo comprendere che essi sono dei simboli. Sono simboli di un’energia che ci avvolge e ci sospinge e che siamo sempre a noi a direzionare e a scegliere come utilizzare, in assoluta libertà.

Ho reso l’idea?

Attendiamo perciò con fiducia l’eclissi solare di domani e lasciamoci interpellare nel profondo.

C’è qualcosa che deve essere modificato nel nostro sistema di vita?

C’è qualcosa che desideriamo tanto fare ma che rimandiamo sempre, per una nostra paura o insicurezza?

Pensiamoci bene. Facciamo luce dentro noi stessi.

Non dobbiamo vivere da “addormentati”, ma agire in ogni momento con piena consapevolezza di mente e di cuore.

Siete d’accordo?

Non dimenticate anche in questi giorni di tirare un piccolo bilancio dei primi sei mesi dell’anno 2019 che sono appena trascorsi: come sono andati?

Avete concretizzato qualcosa che avevate fissato come priorità agli inizi di gennaio, con l’arrivo dell’anno nuovo? Oppure vi siete arenati e un po’ persi per strada, tra mille incombenze, pensieri vari, lacci e lacciuoli?

Che ne è stato di tutto quell’entusiasmo, di quel fervore che vi animava all’alba del 2019 nuovo di zecca?

Concedetevi un momento di riflessione (non di autocommiserazione), potete ancora raddrizzare la barra e ripartire, con calma e più realismo.

Forse c’è qualcosa che deve essere aggiustato. Forse c’è bisogno di un cambio di passo. Concedetevelo, questi giorni sono propizi.

Prendetevi una pausa solo per voi, per riflettere e per ripartire.

*


MARIA AMATA DI LORENZO

È una professionista della relazione d’aiuto, specializzata come counselor ad approccio umanistico esistenziale e come terapeuta naturale, formatrice e life coach a indirizzo psicobiologico. È anche autrice di libri e ha pubblicato diverse opere – di narrativa, poesia e saggistica – che sono tradotte e diffuse in otto lingue. 


+

 

  • Se non vuoi perderti neanche un post del mio blog e ricevere consigli utili, risorse free, regali e sconti riservati solo agli iscritti, richiedi l’iscrizione (è gratuita) alla mia newsletter BUONI PASSI NELLA GIOIA.