di MARIA AMATA DI LORENZO

 

Il volto che mi guarda e quasi mi sorride dalla foto che ho davanti a me mentre scrivo queste righe è un volto aperto, luminoso, sereno.

La fronte intelligente, gli occhi scuri, dalle pupille nere, liquide, che risaltano come gemme sul viso timido e gentile, dal sorriso appena accennato.

“Il sommo atto di giustizia è necessariamente sommo atto di amore se è giustizia vera, e viceversa se è amore autentico”. Mi riecheggiano nella mente queste sue parole. Che sono il suo credo. E anche il suo lascito: la giustizia esige sempre l’amore.

Cari amici, l’autunno fa il suo ingresso con una data che per me è assolutamente impossibile non ricordare: il 21 settembre 1990 moriva infatti il giudice Rosario Livatino. Io, come sapete, sono la sua biografa. Ho dedicato oltre 20 anni della mia vita a farlo conoscere con conferenze tenute nelle università, articoli apparsi sui giornali, e ben due libri pubblicati.

Uno, recente, uscito nei mesi scorsi in quattro lingue, che si intitola “Rosario Livatino – La giustizia esige l’amore”, e l’altro che ha visto la luce 21 anni fa, nel 2000, e che nel corso degli anni ha avuto ben otto edizioni.

Leggete gratuitamente su Amazon i primi capitoli del mio libro “Rosario Livatino – La giustizia esige l’amore” che è disponibile in italiano, inglese, francese e spagnolo, per conoscere una figura luminosa del nostro secolo.

Un ragazzo normale, cresciuto in una terra dove ognuno appena viene al mondo deve deciderlo subito da che parte vuole stare, se vuole essere picciotto oppure sbirro, con la legge oppure contro di essa. Rosario Livatino aveva respirato aria di mafia fin da bambino, però il richiamo della giustizia in lui è stato più forte di tutto. La sua passione per il dovere era legata alla certezza che il male e l’ingiustizia sono destinati a essere vinti dalla forza del bene e dalla verità.

Rosario Livatino. Un giovane per il quale l’ideale valse più della vita. Ma oggi più vivo che mai, e capace di parlare ancora da quella tomba alla coscienza e al cuore degli uomini e delle donne di questo millennio.

È scritto, infatti, e non a caso: “Coloro che avranno indotto molti alla giustizia, risplenderanno come stelle per sempre” (Dn 12, 3).

CHI SONO

Mi chiamo Maria Amata Di Lorenzo e sono un’autrice di libri editi fino a oggi in nove lingue e di testi per la radio, il cinema e il teatro.

Ho lavorato per più di vent’anni come giornalista e come autrice e consulente editoriale, e ho diretto corsi di scrittura creativa. Laureata in Lettere Moderne, dopo aver studiato presso la Scuola di Giornalismo di Urbino, mi sono specializzata in Marketing e Comunicazione e successivamente ho voluto approfondire il campo della cosiddetta “relazione d’aiuto”: ho studiato psicologia e counseling, musicoterapia, medicina naturale e life coaching a indirizzo psicobiologico. Di formazione junghiana, sono una studiosa di psicologia applicata all’analisi del tema natale (per l’orientamento professionale, scolastico ed esistenziale), mi occupo di crescita spirituale e psico-emotiva e mi interesso del potere trasformativo e terapeutico della creatività.

Come autrice amo creare storie da raccontare con le parole e con le immagini. Le mie storie raccontano sentimenti profondi, che rispecchiano la mia anima e pongono interrogativi sul mistero della vita e dell’amore. Conosci le mie opere

Ho pubblicato fino a oggi un libro di racconti, due raccolte poetiche, un saggio letterario (in corso di stampa) e nove biografie spirituali, alcune delle quali tradotte e diffuse in 18 Paesi nel mondo. Miei testi in questi anni sono stati pubblicati anche in riviste letterarie, volumi collettivi, antologie.

Per regalare alla tua anima spazi di riflessione e di bellezza ho aperto il mio blog: si chiama “Il posto delle anime sensibili”. Ho aperto questo luogo nel web per costruire ponti di amicizia, e per questo ho voluto creare anche la mia newsletter: ti accompagnerà lungo il cammino – bello e difficile – della vita con piccoli semi di felicità, consigli, novità, riflessioni sempre in punta di penna. Ti iscrivi qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *