Homepage

Ti do il benvenuto nella mia casa digitale. Ti faccio entrare nel mio mondo.

È un mondo fatto di gentilezza e di cura. Questo è il posto delle anime sensibili, e se lo sei anche tu allora sei proprio nel posto giusto. Un posto confortevole e pieno di luce, come un angolo di casa ben illuminato e caldo. Un luogo dove narrarsi e incontrarsi con gli altri, dove mettersi in gioco e condividere le emozioni, le paure, i sogni. Un laboratorio di scrittura personale e di conoscenza di sé, silenzioso e calmo.

Questo è il luogo del mio cuore accogliente e sensibile in cui fermarsi e trovare spazio per la bellezza, l’amore e la gentilezza.

La poetessa Alda Merini ha scritto: “Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore”. 

Queste parole le ha scritte Alda Merini ma avrei potuto dirle anch’io, perché mi rispecchiano completamente.

Vogliamo conoscerci di più?

Mi chiamo Maria Amata Di Lorenzo. Scrittrice per vocazione, terapeuta per formazione, mi piace definirmi una giardiniera dell’anima.

Le mie passioni fin da bambina sono state la psicologia e le stelle e i misteri racchiusi nell’aldilà, perché ho avvertito molto precocemente dentro di me il desiderio profondo di andare oltre il velo superficiale delle cose e di comprendere in tutta la sua misteriosa complessità la vita.

Sono un’autrice di libri editi fino a oggi in nove lingue e di testi per la radio, il cinema e il teatro. Ho lavorato per più di vent’anni come giornalista e come autrice e consulente editoriale, e ho diretto corsi di scrittura creativa. Laureata in Lettere Moderne, dopo aver studiato presso la Scuola di Giornalismo di Urbino, mi sono specializzata in Marketing e Comunicazione e successivamente ho approfondito il campo della cosiddetta “relazione d’aiuto”, studiando psicologia e counseling, medicina naturale, psicobiologia e psicosomatica, arteterapia e scrittura creativa.  

Mi occupo di spiritualità, benessere e crescita personale integrale, e mi interesso del potere trasformativo e terapeutico della creatività. Insegno alle persone a scoprire e a mettere in pratica il loro potenziale creativo e la saggezza interiore, per la propria crescita spirituale e il benessere, la guarigione e l’autorealizzazione.

Essere una persona sensibile e un’artista ha portato molta sofferenza nella mia vita per le incomprensioni e i rifiuti, e per questo oggi mi piace aiutare gli altri a vivere e ad esprimere se stessi con tutta l’intensità del loro cuore.

Sogno un mondo in cui tutti quelli che nascono con una profonda sensibilità non debbano aver paura di esprimere ciò che sono veramente, e non partano svantaggiati sul sentiero della vita e della propria realizzazione (come è successo a me) a causa di questo lato molto delicato della loro anima, mortificandosi in scelte dettate spesso dai condizionamenti ambientali, ma che – anche con il mio contributo – non rinuncino ai loro sogni e alla possibilità di rendere il mondo un posto migliore grazie ai doni di cui sono ricchi, perché il mondo attende proprio questi doni che essi racchiudono dentro di sé.

Scrivo da molti anni e coltivo la mia vocazione letteraria come una ricerca interiore, come una dimensione etica, spirituale, apparentata alle istanze più profonde della mia anima e non alle logiche commerciali del mondo editoriale.

Ti racconto un segreto.

C’era una cosa che facevo sempre da bambina, ricordo che avevo non più di 4-5 anni, non sapevo ancora leggere né scrivere, ma mi piaceva, mi piaceva immensamente prendere un gessetto bianco e mettermi seduta sul marciapiede davanti casa. Cosa facevo? Scrivevo, dicevo io. Non conoscevo ancora nessuna lettera dell’alfabeto a quell’età, perciò il mio “scrivere” era semplicemente un insieme di scarabocchi che facevo con il gesso bianco sul grigioscuro del marciapiede. Scrivevo.

Forse c’era già in questo piccolo gesto, in questo gioco della mia prima infanzia, l’attitudine alla scrittura degli anni futuri, che si sarebbe riversata negli articoli, nelle poesie, nei racconti, nei testi teatrali. Parole ed emozioni da affidare alla penna. Da regalare al mondo. Perché il dono della scrittura non è qualcosa che io possa tenere per me, in esclusiva, come un tesoro geloso. No, è un dono da condividere, di cui fare partecipi gli altri, che possono riflettere, emozionarsi, riconoscersi in certe storie, situazioni o sentimenti. Per questo scrivo. Per questo pubblico i miei libri.

Qui ti racconto la mia storia. E qui puoi cominciare a fare conoscenza con le opere nate dal mio cuore. Come autrice amo creare storie da raccontare con le parole e con le immagini. Le mie storie raccontano sentimenti profondi, che rispecchiano la mia anima e pongono interrogativi sul mistero della vita e dell’amore. 

Conosci le mie opere?

Negli ultimi anni ho scritto e pubblicato: un’opera di narrativa, Venite, vi porto di là (sette racconti per anime sensibili), nel 2021, la plaquette di versi  Il tempo che oggi ti dorme nel cuore (2015), il volume di poesie Scrivo le mie lettere al lupo (2022) e il saggio letterario (in uscita sempre nel 2022) Nella rosa nella spina – L’itinerario poetico di Elio Fiore, dedicato a uno dei poeti più significativi della seconda metà del Novecento. Ho inoltre scritto e pubblicato nove volumi di biografie spirituali, diverse delle quali sono tradotte e diffuse in 18 Paesi nel mondo. Miei testi in questi anni sono stati pubblicati anche in riviste letterarie, volumi collettivi, antologie.

Per regalare alla tua anima spazi di riflessione e di bellezza, ho aperto il mio blog: si chiama Il posto delle anime sensibili. Ho aperto questo luogo nel web per costruire ponti di amicizia, e per questo ho voluto creare anche la mia newsletter: ti accompagnerà lungo il cammino – bello e difficile – della vita con piccoli semi di felicità, consigli, novità, riflessioni sempre in punta di penna.

Sono una donna che cerca intensità nelle cose e ha un gran desiderio di partecipare al mondo e di far risplendere in sé e negli altri il sacro canto della vita.

In punta di piedi entra nel mio mondo.

**